gatto e cane bianchi

Come il mutato ruolo degli animali al nostro fianco sta influenzando il lavoro dei veterinari e l’approccio al fine-vita

I nostri animail sono entrati nel cerchio intimo una volta riservato solamente ai membri umani della famiglia. Al di sotto di questo concetto chiaro, è in atto lo sforzo di muoversi attraverso alcune delle questioni più complesse – personali e sociali, tecniche e spirituali – che emergono attorno al tema della malattia e della morte di un compagno animale.

labrador dal veterinario

L’assistenza di tipo hospice negli ambulatori veterinari

Articoli rivolto ai veterinari. Sempre più spesso i clienti chiedono ai propri veterinari un servizio di assistenza al fine vita equiparabile a quanto l’hospice offre in campo umano. Aggiungere questo servizio tra quelli offerti dal vostro ambulatorio richiede di fare diverse considerazioni, ma potrebbe valerne la pena.

fiori primavera

Newsletter di Spirits in Transition – primavera 2011

Una newsletter di Spirits in Transition, associazione americana che si occupa di diffondere informazioni sulla possibilità di applicare l’hospice ai nostri animali di compagnia e di fornire sostegno a tutti coloro che, avendo un animale morente, sentono il bisogno di un conforto, una rassicurazione, un consiglio e, sopratutto, un ascolto non giudicante.

cane tipo labrador a terra sguardo annoiato

Le scelte finali – opinioni contrastanti sul fine-vita degli animali

Gli esperti dicono che, all’interno della medicina veterinaria, manca ancora una chiara definizione di cosa sia l’hospice. I veterinari che sono particolarmente interessati all’hospice dicono che potrebbe essere usato più spesso, tenendo per prima cosa in considerazione il benessere dell’animale e, in secondo luogo, i bisogni emozionali del proprietario.
Ma esiste una controversia tra i veterinari, su quale sia il momento appropriato per eseguire un’eutanasia, o sul fatto che l’eutanasia debba far parte o meno dell’hospice…

cartello simposio hospice 2008

Cure terminali per gli animali – riflessioni post-conferenza

Il primo Simposio Internazionale sull’Assistenza Terminale in Veterinaria si è tenuto nei giorni 28-30 marzo 2008 presso la Davis School of Veterinary Practice dell’Università della California, a Davis, in California. Si è trattato della concretizzazione di un sogno che Kathryn Marocchino aveva coltivato per dodici anni: avviare lo scambio professionale sull’assistenza agli animali nella fase terminale della loro vita.

due cani silhouette al tramonto

Qualità della vita, qualità della morte (conferenza)

L’amore che nutriamo per i nostri compagni animali ci spinge a prenderci cura di loro meglio che possiamo per tutta la loro vita. I progressi medici in campo veterinario permettono di ripristinare il benessere di un animale in modi inimmaginabili fino a solo qualche anno fa.
Questi nuovi traguardi portano però con sé un lato ombra…

cane anziano

Quando il tuo animale sta morendo

Così come possiamo fare da levatrice al momento della nascita fisica, possiamo farlo anche durante il processo della morte, quando si nasce allo spirito. E così come lo scenario ottimale per la nascita è la nascita naturale, lo scenario ottimale per la morte è la morte naturale. La nascita raramente è indolore, e la morte raramente è indolore, ma c’è molto che possiamo fare per ridurre il disagio in entrambe le transizioni e rendere entrambe delle belle esperienze.

cane Momo

Qualità della vita, qualità della morte (articolo)

Diciamo spesso che i nostri animali sono membri della famiglia, quasi dei figli. Eppure quando diventa chiaro che la guarigione non è più possibile, ci troviamo di fronte a un enorme vuoto, una sorta di abisso che separa il trattamento normalmente riservato a un membro umano della famiglia e quello riservato a uno animale.